#Stregathon “La sposa di Mauro Covacich”

 

Una struttura solida, perfettamente studiata, una raccolta di racconti dal sapore romanzesco, storie e personaggi così reali da sembrare frutto della fervida fantasia dello scrittore.
 
La Sposa di Mauro Covacich (Bompiani), candidato al Premio Strega 2015, custodisce diciassette attimi di vita sotto forma di racconti, dove lo scrittore gioca continuamente con il suo lettore, utilizzando cliché, pregiudizi e topos letterari, che si riveleranno più vicini alla realtà dei fatti di quanto ci ostiniamo a negare.
 
Da un lato c’è un’artista che ha deciso di attraversare in autostop, 11 paesi teatro di conflitti armati, in abito da sposa. Dall’altro c’è un uomo che riflette sulla legittimità di essere una cattiva madre durante il processo ad Annamaria Franzoni e che, mentre gioca a frisbee con il nipote, si convince sempre più della sua scelta di non avere figli e sul fatto che è innaturale sentirsi realizzati solo perché si è genitore. 
E poi abbiamo Covacich e una serie di personaggi indimenticabili come il Punzonatore e L’uomo – che – soffia che ci accompagnano in un viaggio lungo 185 pagine, dove tutti i cliché, i pregiudizi e i topos letterari vengono presentanti, indagati, capovolti e poi riportati al punto di partenza. 
Annunci

Hello world!

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!